Senti cosa raccontano i tuoi piedi?

Questo primo articolo del 2022 parte dai piedi, dalle radici, nasce dal profondo cambiamento che si è sviluppato in me negli ultimi anni rispetto al corpo, al movimento e ai suoi bisogni.

Il corpo è la nostra casa e quindi la radice di ogni cambiamento, attraverso i piedi intraprendiamo nuovi percorsi e la riflessologa mi dice: “I piedi non mentono”. In tal senso vorrei portarti con le mie pratiche, passo dopo passo, a sperimentare: autenticità, facilità, leggerezza, efficacia, cura di te stess@.

Il mio motto è: volersi bene per stare bene ; penso sia questa la base da cui partire per parlarti del mio lavoro e da cosa si distingue rispetto alle altre proposte del settore.

Sono DanzaMovimentoTerapeuta da almeno 15 anni, e lavoro con il corpo costantemente attraverso lo Yoga Ratna, la Danza, l’ArteTerapia e la Mindfulness, ma la vera trasformazione è avvenuta nella mia mente avvicinandomi a grandi maestre e esperienze uniche di formazione che mi hanno portato a entrare veramente in sintonia con i bisogni profondi che mi muovono e che si manifestano ogni giorno. Te ne parlerò presto.

Sembra una cosa curiosa eh? In realtà ci sono molti modi per accedere alla nostra energia e per crescere nella consapevolezza, io ho scelto queste tecniche ed è semplicemente questo che posso condividere, niente di più, sono sincera.

Miscelo tecniche psicomotorie legate al benessere psicofisico in un metodo che ho chiamato CorpoCreativo con lo scopo di facilitare la connessione con te stessi, partendo appunto dai tuoi piedi, dalle tue radici, dalle fondamenta, dalla terra che ti sostiene, dai tuoi valori.

Forse abbiamo valori in comune? Forse il mio lavoro potrebbe aiutarti a mettere in luce cose per te importanti nel quotidiano?

Io, per esempio, penso spesso al tempo, a come sfugge, vorrei dedicare più tempo a me stessa, ma poi i mille impegni e gli alibi boicottano le buone iniziative. Così penso alla facilità e alla professionalità per poter trasmettere pratiche accessibili e fruibili, utili per me stessa e per chi ha poco tempo e deve sentirsi spronato a mettere cura per sé ogni giorno.

Quindi ho citato il tempo, la facilità, la cura di sé come creazione di nuova bellezza ma non può mancare la fiducia. A mio parere la fiducia è forse passata di moda per opera di tutte le nuove e vecchie paure che abbiamo accumulato, ma il pensiero positivo, la fiducia in se stessi e quindi l’abbandono del giudizio possono portare a lanciarci in nuove esperienze senza perdere la terra sotto ai piedi.

Se ti senti vicina a questa possibilità, in sintonia con le mie parole, hai il desiderio di cambiare e senti una spinta interna alla quale vorresti dare voce, sarò felice di accompagnarti.

Lascia un commento